Neostylopyga Rhombifolia
Nome Comune: Blatta Arlecchino
Viewed 12507 times by 4323 visitors

La Blatta Arlecchino (Neostylopyga Rhombifolia) ha origine nell’arcipelago Indo-Malese, si e’ diffusa nel nord dell’Australia fino ad arrivare nelle Americhe, poi in Messico migrando verso nord fino al confine dell’Arizona, alcuni adulti sono stati trovati anche nel sud della California.
Con una lunghezza che va dai 2 ai 2.7 cm questa blatta ha le ali ridotte a piccoli lobi sia nei maschi che nelle femmine. Il suo colore e disegno distintivi ne fanno una tra le piu’ vistose blatte allevate in tutto il mondo. Estremamente veloce nei movimenti e’ anche un’ottima arrampicatrice che non si ferma davanti a superfici lisce quali vetro e plastica. In condizioni favorevoli le femmine risescono a produrre un alto numero di ootecheWikipedia contenenti cira 15-30 uova ciascuna ad un ritmo di una ogni 15-20 giorni. Le giovani neanidi alla schiusa hanno un colore marrone uniforme, crescendo andranno ad ottenere la livrea adulta che le caratterizza.

La Blatta Arlecchino ha l’abilita’, come altre specie, di produrre una sostanza chimica (amyl acetato) che sembra sia usata per difendersi da eventuali predatori rendendola meno appetibile.

Coming soon… allevamento.

Thursday May 25th 2006, 6:45 pm Filed under: Blatte,Insects
Comments Off